Traduttore-Traslate.

January 10, 2012

Formaggio comune misto pecorino-vaccino..



Ciao Carissimo,


Anche se in ritardo, e per questo mi scuso 
con te augurandoti un buon 2012, voglio
aprire l'anno con una nuova esperienza
personale in tema di formaggi, anche 
questa fatta sul campo e perciò frutto 
della mia passione verso questa pratica
cioè fare formaggi fatti in casa.


ma vengo subito al sodo dicendoti che 
il mio nuovo formaggio fatto con una 
percentuale di  latte di pecora 
unito ad una percentuale di latte vaccino è a dir poco 
sorprendente , per qualità e convenienza.


E devo dirti che è abbastanza richiesto.


Per quanto riguarda la pratica sono andato
un po al di la della solita procedura che
normalmente si usa per produrre tale formaggio, diciamo che ho lavorato un po con la 
fantasia, per dirtene una invece che un
semplice caglio di vitello, ho usato un 
caglio di capretto preparato dal sottoscritto;
risultato? Ottimo.
Un po di fantasia nelle cose preparate in 
casa non guasta, anche nei miei lavori che 
trovi online
come "pecorinofacile e la mozzarella fatta in casa"
ci sono accorgimenti che ti permettono di arrivare ad ottenere un prodotto eccellente.


In un prossimo futuro, con  lo stesso
procedimento che ho usato per le due
guide su citate, uscirà la terza guida 
online e probabilmente salvo modifiche 
si chiamerà " formaggio misto comune fatto in casa".





Ora ti saluto, tra non molto tornerò a parlarti
di questa e di altre esperienze entrando nello specifico.


Un caro Saluto
Andrea

















October 4, 2011

Aspetti della caseificazione casalinga 4.


Ciao Carissimo/a


Ed eccoci al 4 appuntamento per quel che riguarda gli aspetti della caseificazione casalinga,
oggi esaminiamo qualche fase della vita del formaggio in generale.


Una richiesta molto interessante da parte dei lettori appassionati a questo settore
è il problema del pecorino durante la stagionatura e cioè quando si presentano
delle fessure nella forma del formaggio.


i motivi per cui questo fenomeno avviene possono essere molti, uno fra tutti è l'esposizione delle forme in luoghi dove c'è una forte e continua corrente d'aria, questo sicuramente causa delle fessure dal momento che la parte esposta maggiormente alle correnti si asciuga velocemente causando appunto la screpolatura.


un'altra ricerca nei motori   è questa "come fare il caciocavallo in casa" forse io non curo abbastanza le pagine di vendita però devo sottolineare a chi pone questo quesito che la mini guida del caciocavallo fatto in casa si trova in regalo assieme ai due miei ebook pecorino facile e la mozzarella fatta in casa.




un'altra domanda è questa "come stagionare il pecorino in casa" ,  per poter stagionare il pecorino in casa,
mi limito a dare solo la fase di partenza di questo quesito, e cioè quello che riguarda il primo mese,
solitamente il formaggio si posa in ambiente dove c'è un po di umidità, normalmente in una cantinetta
posto in cui solitamente si forma della muffa , ecco il primo intervento che si deve fare sulle forme è semplicemente quello di rimuovere la muffa formatasi, con dell'acqua corrente e una spazzola, asciugare le forme e rimettere sulle tavole.


questo è un buon inizio che avvia il formaggio verso una buona stagionatura.


mi fermo quì invitandoti, in modo di  arricchire sia la tua che la mia informazione in fatto di caseificazione casalinga, a porre delle domande sui vari argomenti , rispondero' il piu' presto possibile.


Ora ti saluto e ti faccio i miei auguri per  la tua eventuale avventura nel mondo della caseificazione casalinga
Ciao a presto Andrea



September 8, 2011

Ristorazione in periodo di crisi con video dell'amica Claudia.



Ciao carissimo,
Oggi mi allontano  un po  dal tema dalla caseificazione casalinga,
su questo tema  ci sentiremo fra qualche giorno con il 4° appuntamento
sugli aspetti della caseificazione casalinga,
per segnalarti un interessante articolo corredato da un interessante video

Nuovo Video Informativo: Perchè le persone sono tentate ad Aprire un Ristorante?


Articolo che ho trovato molto interessante , per chi naturalmente potrebbe essere interessato
in questo settore, ho potuto notare  la semplicità nell'esposizione che Claudia fa nel video
ma sopratutto l'audio supportato dalla scrittura in sovrimpressione che  fa capire il messaggio
in diretta.


non voglio soffermarmi piu' di tanto in questo post rischierei di togliere la qualità
del suo articolo e dei suoi video, mi limito solo a segnalarti il suo blog dove potrai
scaricare gratuitamente i video in questione.
http://www.cameriereagogo.com/2011/08/nuovo-video-sulla-gestione-di.html


un Caro saluto
Andrea

August 30, 2011

Aspetti della caseificazione casalinga 3.

Ciao carissimo,


Eccomi a te con un post, dopo un breve periodo di vacanza, per darti almeno un "assaggio" in questa  3^ parte, di caseificazione fatta in casa.


A me piace tornare sempre agli inizi delle varie fasi per capire piu' a fondo molti aspetti che in apparenza sembrerebbero acquisiti, ma in realtà e sopratutto
per quanto riguarda il lato pratico non lo sono;


prendendo lo spunto dalle frasi scritte nei vari motori di ricerca cerco di analizzare  questa;


il mio primo formaggio fatto in casa.
E' logico pensare che una persona che scrive questa frase cerca spunti sul web per realizzare con le proprie mani un qualsiasi tipo di formaggio fatto in casa,
e a questa ricerca io rispondo semplicemente così:


immedesimandomi nella persona in oggetto, prenderei 5 litri di latte, un po di caglio, sale con acqua per la salamoia, e con l'ausilio dell'attrezzatura semplice che
è presente in cucina , sostenuta da un pochino di informazione sulla caseificazione casalinga tenterei appunto di realizzare il mio primo formaggio fatto in casa.
Se poi si è aiutati dalla mitica fortuna del principiante
si potrebbe riuscire anche ad avere un buon prodotto,
anche perché "fabbricato" da noi stessi.


col siero rimasto, perché no,  produrre anche un assaggio di ricotta.
un altra ricerca è questa:


formaggio fatto e mangiato.
Anche a questo quesito rispondo semplicemente,
ci sono a seconda della loro natura e a seconda della
preparazione formaggi che possono essere consumati appena trasformati, altri invece che hanno bisogno di tempo prima di essere consumati,


se io penso di mangiare il formaggio appena trasformato la mia mente vola direttamente al più
classico dei formaggi che è la mozzarella , oppure a un assaggio di caprino messo subito in salamoia e consumato dopo qualche ora, formaggio appunto che si presta  a causa del particolare gusto ad essere consumato molto fresco,


diverso è il discorso dei formaggi che hanno bisogno di alcune settimane prima di essere consumati semplicemente perché le loro caratteristiche emergono solo dopo una determinata stagionatura.
ad esempio il pecorino.


Mi fermo quì e spero che ogni volta che mi soffermo
a pensare e a cercare risposte alle varie domande che immagino potresti porre, sia abbastanza soddisfacente 
nel dare le risposte nel modo piu' semplice e naturale.
ti ringrazio per la attenzione che presti e ti saluto 
dandoti appuntamento al prossimo post.


un caro saluto
Andrea





BENENNIDU

TRA QUALCHE MESE USCIRA' L'EBOOK-GUIDA PRATICA DI COME STAGIONARE IL PECORINO IN CASA DAI PRIMI GIORNI DI VITA FINO ALLA STAGIONATURA DI UN ANNO. POSSO FARTI AVERE DIRETTAMENTE A CASA DA 2 A 6 FORME DI CIRCA 2,00 KG DI PECORINO DI NICCHIA (col gusto di una volta che si è perso nel tempo e nella globalizzazione) FATTO IN CASA. PER INFORMAZIONI SCRIVI A andreamotzo@gmail.com.

Followers

Search This Blog